mercoledì 25 gennaio 2017



« Se foste veramente attenti, sentireste che prima di ogni momento importante della vostra vita (un incontro, un viaggio, un lavoro, una decisione da prendere) una voce interiore vi consiglia. Ma ecco, voi non la sentite e commettete degli errori… Perché non l'avete sentita? Perché soltanto il rumore e il chiasso attirano la vostra attenzione. Per poter udire l'essere interiore che vi parla, bisognerebbe che quell'essere facesse molto rumore, ma dato che parla sommessamente... Sappiate dunque che quando gli esseri superiori parlano agli umani, dicono solo poche parole e con voce quasi impercettibile, come un mormorio, come una brezza leggera, ed è compito degli umani essere attenti.
Talvolta vi trovate in situazioni difficili... Non vi è mai capitato di dire a voi stessi: «Perché mi sono lasciato coinvolgere? C'era pur qualcosa che mi metteva in guardia, ma quella voce era così flebile!..». Ebbene, traetene questa conclusione: in futuro diffidate delle voci che vi parlano con insistenza e ad alto volume per indurvi in errore, e cercate di ascoltare meglio la voce sommessa del Cielo che vuole evitarvi inutili sofferenze. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

giovedì 22 dicembre 2016

giovedì 15 dicembre 2016

martedì 6 dicembre 2016


« Ogni giorno noi mangiamo; ma non scandalizzatevi se vi dico che noi pure serviamo da nutrimento ad altre entità. Le entità luminose prendono i nostri buoni pensieri e i nostri buoni sentimenti – ossia tutto ciò che in noi è ispirato dalla saggezza e dall'amore – per nutrirsene. Ci considerano come alberi che producono fiori e frutti; e quando vengono a cogliere quei frutti, non spezzano i nostri rami, ma ci innaffiano e ci curano affinché possiamo dare frutti ancora più gustosi. Ma esistono pure le entità tenebrose, i demoni. Anche loro hanno bisogno di nutrirsi, e vanno a servirsi presso quegli esseri umani i cui cattivi propositi e i cui cattivi sentimenti rappresentano per loro dei piatti succulenti: queste entità si prendono tutte le loro energie e li lasciano spossati. 
Non c'è niente di peggio che essere divorati dagli spiriti tenebrosi, e niente è più salutare che servire da nutrimento alle entità celesti. Ecco perché gli Iniziati ci dicono che ogni giorno dobbiamo offrirci al Signore affinché si nutra di noi. Con questa immagine ci rivelano che l'ideale spirituale dell'essere umano è quello di essere assorbito dal Signore, per poter avere in Lui la propria dimora.  »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

mercoledì 15 giugno 2016

L'importanza della linea curva


« La linea retta è la via più breve da un punto a un altro, tutti lo sanno. Ma è consigliabile seguire sempre la linea retta? Se dovete attraversare una città, per esempio, difficilmente potrete farlo in linea retta senza scontrarvi con caseggiati, automobili e pedoni; allo stesso modo, in quell'immenso territorio che è la vita, dove sta ammassato un gran numero di creature, è raro che riusciate a raggiungere direttamente un obiettivo senza scontrarvi con interessi contrari ai vostri.
A volte è quindi preferibile scegliere la linea curva, vale a dire non presentarsi davanti agli altri dicendo immediatamente: «Eccomi. Mi presento. Ho dei progetti, lasciatemi passare per realizzarli». Prendete piuttosto delle deviazioni, cominciando a passare per luoghi dove non incontrerete ostacoli. E dato che non tutte le occasioni sono ugualmente favorevoli, aspettate anche il momento migliore per passare. Ciò significa che per realizzare tutti i buoni progetti che si hanno, è meglio evitare di imporsi seduta stante, ma è bene, invece, dar prova di acume psicologico, di pazienza e di elasticità. E questo equivale a seguire la linea curva. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov